Ultima modifica: 27 aprile 2017

Indirizzo musicale

 

CARI GENITORI,

la scuola media “Don Milani” di Seregno è una delle prime dodici scuole medie statali “ad Indirizzo Musicale della provinConcertocia di Monza e Brianza. In queste scuole gli alunni hanno la possibilità di inserire nel proprio percorso scolastico lo studio di uno strumento musicale. Lo studio di uno strumento musicale contribuisce in modo peculiare alla crescita intellettiva e all’arricchimento culturale, umano e sociale della persona.

Molti alunni dell’“indirizzo musicale”, una volta conclusa la terza media, proseguono lo studio del proprio strumento. Da alcuni anni, presso il liceo statale “Zucchi” di Monza, è stato attivato un vero e proprio liceo musicale che può costituire un interessante sbocco per quegli studenti che durante il triennio avranno sviluppato particolari interessi e capacità strumentali. Altri possono essere i modi con i quali proseguire: la Banda, le Scuole civiche di musica, i corsi per ex-alunni “ICM Seregno”…

************

– Nella nostra scuola sono presenti sette diverse specialità strumentali: chitarra, flauto traverso, clarinetto, pianoforte, violino, violoncello, percussioni.

– I ragazzi che desiderano iscriversi all’Indirizzo Musicale vengono convocati per un test orientativo attitudinale. Infatti, anche se i genitori o i ragazzi possono esprimere la loro preferenza riguardo allo strumento che desidererebbero imparare a suonare, la scelta finale spetta agli insegnanti di strumento che orientano gli alunni a seconda delle loro attitudini.

Si tengamanifestazione presente che, per poter frequentare il corso di pianoforte, bisogna avere in casa o essere disponibili a noleggiare un pianoforte.

Per essere ammessi all’Indirizzo Musicale non è necessario saper già suonare uno strumento né conoscere le note. Tuttavia, se qualcuno sa già suonare può, se vuole, eseguire un brano durante il test attitudinale. I ragazzi ammessi frequenteranno il corso musicale per l’intero triennio (la materia diventa curricolare a tutti gli effetti) e, durante l’esame di terza media, eseguiranno un brano dimostrativo del livello raggiunto.

– L’acquisto degli strumenti è generalmente a carico delle famiglie (gli insegnanti convocheranno i genitori all’inizio dell’anno scolastico per dare dei consigli sul tipo di strumento da acquistare: si consiglia caldamente di non acquistare lo strumento prima della riunione).

Chi avesse difficoltà ad acquistare lo strumento o non potesse farlo immediatamente potrà comunque rivolgersi al Dirigente Scolastico, che valuterà la possibilità di assegnare in “prestito a domicilio” uno strumento di proprietà della scuola dietro versamento di una quota che sarà stabilita dal Consiglio d’Istituto. La facoltà di usufruire del prestito a domicilio riguarda esclusivamente il flauto traverso, il clarinetto e il violoncello.

– Le lezioni di strumento prevedono momenti dedicati allo sviluppo delle capacità tecniche, della lettura musicale e della musica d’insieme.

– Nel corso del triennio i ragazzi avranno la possibilità di partecipare ad alcune fra le manifestazioni musicali interne alla scuola (saggio di Natale, concerto di fine anno, “progetto Banda”, “progetto Archi”) ed esterne (animazione musicale presso case di riposo per anzdocenti di strumentoiani, concorsi di esecuzione musicale, concerti presso varie associazioni del territorio). Negli scorsi anni, iniziative particolarmente rilevanti sono state le registrazioni della serie di CD “Musicainsieme”, la partecipazione negli a.s. 2013-14 e 2014-15 al progetto dell’Unione Europea “Comenius Eurovox”, la partecipazione alla rassegna nazionale “Giovani e giovanissimi in concerto” presso il Conservatorio G. Verdi di Milano.